Profumo di campagna? Cervello fino!

Il potere evocativo degli odori è fortissimo: a volte basta essere avvolti da un profumo  per qualche secondo e, anche se non riusciamo a identificare con precisione da dove provenga, siamo subito trasportati indietro ai giorni della prima gita scolastica, o del primo falò sulla spiaggia, o del nostro matrimonio o di un giorno qualsiasi che non sapevamo nemmeno di ricordare, ma che il nostro cervello aveva indelebilmente associato a quel particolare profumo.

Molti studi hanno ormai dimostrato come l’olfatto sia al centro del nostro equilibrio mentale, perché in stretta relazione con l’ippocampo, nel quale hanno sede la memoria e le emozioni. Lo confermano ancora una volta gli studi di Tim Jacob, fisiologo del sistema olfattivo presso la Cardiff University, che indicano come ogni odore ha un impatto ben preciso sulla parte del cervello che gestisce le emozioni e la memoria. Il profumo di rosa stimola un sonno profondo e senza incubi, mentre l’odore di aria stantia che si respira talvolta in certi luoghi di lavoro può portare alla depressione (mobbing a parte). Il profumo di cannella stimolerebbe la concentrazione, l’aroma di rosmarino e la lavanda aiuterebbero la memoria, il gelsomino aiuterebbe invece la lucidità mentale. Fin qui, la ricerca scientifica. Speriamo che questa ricerca però non porti a un incremento delle vendite dei deodoranti per appartamento ma che al contrario stimoli ad una maggiore attenzione alla qualità dell’ambiente nel quale trascorriamo e facciamo trascorrere le nostre giornate. A pensarci bene, basta poco: coltivare qualche rametto di rosmarino sul balcone o una pianticella di basilico, e quando si può, fuggire dalla fetida aria cittadina e rifugiarsi in campagna, per una bella passeggiata nei boschi o lungo un ruscello. O anche solo in mezzo a un campo fiorito. Allergici al polline esclusi, ovviamente!

Annunci
Questa voce è stata scritta da La Piemontesina e pubblicata il 9 giugno 2010 su 08:30. È archiviata in Senza categoria con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “Profumo di campagna? Cervello fino!

  1. GinPolo in ha detto:

    Io non sono un fumatore, anzi! non sopporto quell’odore di fumo stantio che per fortuna é diventato un vecchio brutto ricordo da sala giochi anni 80!! Ma ho scoperto tutto un mondo interessante di aromi di vario tipo che in maniera impressionante mi scatenano sensazioni nuove e ancor più potenti sensazioni nostalgiche! Ebbene sì mi sono avvicinato al mondo dei Vaporizzatori Elettronici usati da molti fumatori ed ex fumatori che però personalmente ho deciso di sperimentare con tutt’altra finalità grazie ai liquidi naturali e sopratutto privi di nicotina dell’azienda DKS http://www.vaporeblu.it/categoria-prodotto/liquidi che assomigliano in tutto a infusioni di ingredienti naturali… Ragazzi é una sensazione veramente forte e piacevole! ho potuto non assaporare ma sentire il profumo di mandarino, di camomilla, di mentolo (quello vero che usato così mi ha aiutato a far andar via il raffreddore :D invece delle schifezze medicinali), di anice stellato, del caffé… é veramente un campo interessante che rischia di morire sul nascere a causa dei vizio di troppi che tendono a sminuire questo innovativo strumento come una semplice via per le loro dosi di nicotina!! Smettere noo invece di farsi del male??

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: