Vacanze slow in Piemonte: ora si può!

Il turismo sostenibile diventa ogni giorno più diffuso e si sta trasformando da nicchia per pochi ostinati a realtà dalle ricadute, anche economiche sempre più significative. E ancora una volta il Piemonte, regione che già verso altri stili di vita alternativi, come quello vegetariano, ha saputo dimostrato una disponibilità ed una capacità di accoglienza superiore alla media nazionale, si porta in pole position e lancia il progetto EcolaBELPIEMONTE per la promozione di tutte le strutture ricettive piemontesi certificate con il marcvhio europeo Ecolabel, in grado di offrire ai turisti le informazioni utili per scegliere la meta ideale dove trascorrere le vacanze all’insegna del benessere e del turismo sostenibile.

Nato grazie agli sforzi del Centro Studi Ambientali di Torino (che già ci aveva regalato il bellissimo e riuscitissimo progetto T.V.B. – Ti Voglio Bere dedicato alla promozione del consumo dell’acqua di rubinetto) l’ecolaBELPIEMONTE segnala tutte le strutture che usano fonti energetiche rinnovabili, offrono prodotti locali e biologici e riducono al minimo indispensabile l’uso di imballaggi riducendo in tal modo il volume di rifiuti prodotti direttamente alla base. Il Piemonte si conferma così come una delle regioni più all’avanguardia per numero e per qualità di strutture turistiche firmate con il fiore dell’ecolabel europea: ad oggi si colloca al secondo posto in Italia e in Europa con 20 le strutture segnalate, tra rifugi, hotel, bed & breakfast, agriturismi e campeggi, 15 delle quali si trovano vicine ai 2 parchi nazionali piemontesi ed ai 15 parchi naturali regionali.

Tra le strutture ricettive più tipiche, la Cascina Martina in provincia di Cuneo, il B&B Bricco del Generale vicino Asti, e persino la Residenza Universitaria di Torino Lungodora che d’estate si trasforma in ostello, la prima in Europa a ricevere il marchio Ecolabel.

Annunci
Questa voce è stata scritta da La Piemontesina e pubblicata il 14 giugno 2010 su 08:00. È archiviata in news con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: