I bambini vogliono la realtà, non i reality

Sull’importanza del rapporto tra bambini e natura si è detto e scritto tanto e noi che in campagna ci viviamo da sempre e vediamo il modo in cui i bambini dell’agriasilo, dei campi estivi, e delle scuole in visita reagiscono alla vista di un campo o delle nostre asinelle non possiamo che essere promotori di uno stile di vita più vicino alla natura. Il che non vuol dire necessariamente trasferirsi nella prima cascina disponibile, ma anche solo ricordarsi ogni giorno che a un’ora di tv è sempre preferibile un’ora al parco, che insomma ai reality è sempre preferibile la realtà.

Come scrivono ache su www.bimbonaturale.it, “la natura permette ai bambini di non annoiarsi, in quanto offre loro delle ottime esperienze sensoriali, proprio ciò di cui hanno bisogno per imparare e crescere. Per i bambini è infatti molto importante essere sempre indaffarati. Non dimentichiamo che il loro più importante desiderio è quello di imparare, ma è inutile ingegnarsi a proporre tante attività “artificiali”: i bambini amano il mondo reale e le occupazioni reali.”

Quante volte è capitato di portare i bambini al parco, o addirittura in un Luna Park, per poi scoprire un volta arrivati a destinazione che tutta la loro attenzione non si concentra sull’ennesimo scivolo o sulla montagna russa più alta del mondo, ma magari su un formicaio in mezzo al prato, su un fiore, su un insetto mai visto prima.

I bambini dovrebbero ricevere calore, non solo quello dei genitori e degli amici ma anche il calore del legno, della terra, del sole, delle fiabe. Purtroppo molto spesso i bambini di oggi invece vivono circondati dalla freddezza delle cose materiali, della plastica, della televisione, dei computer. Il contatto con la natura stimola invece l’amore per la scoperta e per il bello e, se ben indirizzato, una incredibile ispirazione artistica e immaginativa. Attraverso l’esplorazione di un bosco si possono trarre moltissimi spunti per viaggiare nella fantasia e nella realtà, per spiegargli come funziona il mondo, per insegnargli l’importanza di agire in modo corretto, l’amicizia, la collaborazione, il perdono, la pazienza.

Tutte cose che non troverà mai nella tv.

Annunci
Questa voce è stata scritta da La Piemontesina e pubblicata il 21 luglio 2010 su 08:00. È archiviata in Senza categoria con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: