Piccoli gesti, grande impatto

Standby - La PiemontesinaSembrano sciocchezze, inezie, gesti inutili, ma non è così. Sto parlando di quelle piccole accortezze che prese singolarmente sembrano solo un’inutile perdita di tempo ma che portano benefici concreti. A pensarci bene è ovvio che sia così: basti pensare che nel mondo siamo tanti, tantissimi, che tante sono le nostre case, tanti i nostri viaggi, tantissime le occasioni di spreco. E se anche solo ogni italiano ogni giorni consumasse dieci litri di acqua in meno, il risparmio totale sarebbe di seicento milioni di litri al giorno. Ogni piccola modifica delle nostre abitudini porta con sé conseguenze di grande portata.

  • i caricabatterie: molti di noi hanno l’abitudine di lasciare inserito nella presa il caricato del telefonino, per esempio, e con il moltiplicarsi di accessori tecnologici mangia-elettricità questa (cattiva) abitudine rischia di moltiplicarsi a dismisura. Ma lo sapete che un caricatore lasciato nella presa consuma energia? E non ne consuma poca: circa la metà di quella che consuma mentre sta caricando. Questo significa che se lo lasciamo inserito nella presa, è come se stessimo caricando perennemente mezzo telefonino: una distrazione costosa davvero!
  • lo standby: Il televisore, lo stereo e altri apparecchi elettrici vanno spenti completamente e non lasciati in modalità standby. È un dato che può meravigliare, ma è accertato che un televisore in standby consuma una quantità di energia che arriva fino alla metà circa del consumo di quando è in funzione. Se guardiamo la televisione per tre ore al giorno ma lasciamo sempre il televisore con la lucina rossa accesa, consumiamo come se guardassimo la tv per otre dodici ore al giorno!
  • lo standby nascosto: alcuni apparecchi hanno una sorta di standby nascosto e consumano energia anche da spenti, per il solo fatto di essere collegati alla presa elettrica. Capita a molti modelli di computer, per esempio. Si tratta di piccoli consumi che non incidono molto sulla bolletta, ma se li proiettiamo su scala nazionale o globale comportano uno spreco di energia molto elevato. Com evitarlo? La soluzione più radicale è staccare la spina dalla presa di corrente o in alternativa, dotare di interruttore le prese stesse, o ancora utilizzare prolunghe multiple con interruttore. Ricordandosi ovviamente si chiudere l’interruttore quando abbiamo finito di usare gli apparecchi!
Annunci
Questa voce è stata scritta da La Piemontesina e pubblicata il 2 febbraio 2011 su 09:00. È archiviata in Consigli eco-logici con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: