Frutta, verdura e stoviglie, istruzione per l’uso

Lavare la frutta - La PiemontesinaLavare i piatti è un consumo di acqua necessario, ma lo si può ridurre con particolari accorgimenti. Nel caso si usi una lavastoviglie, l’accorgimento è quello già menzionato parlando di risparmio di energia elettrica: usare l’elettrodomestico solo a pieno carico e possibilmente nelle fasce orarie in cui l’energia costa meno. Nel lavaggio a mano invece, è opportuno ridurre al minimo il tempo in cui si fa scorrere l’acqua nel lavandino.

Il lavaggio non deve avvenire sotto un gettito continuo d’acqua, ma in una bacinella, dove la stessa acqua può essere benissimo usata per un considerevole numero di stoviglie. Il getto di acqua corrente verrà usato solo per il risciacquo finale, che dovrà essere accurato sì ma non esagerato.

Per quanto riguarda invece verdure, frutta e cibi in generale, lavarli sotto il rubinetto aperto comporta uno spreco considerevole: un rubinetto completamente aperto eroga in media venti litri d’acqua al minuto! Molto più economico lavare frutta e verdura in una scodella d’acqua, che contiene solo un litro o due al massimo e permette ugualmente una pulizia più che adeguata.

Annunci
Questa voce è stata scritta da La Piemontesina e pubblicata il 23 febbraio 2011 su 09:00. È archiviata in Consigli eco-logici con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: